IL MOVIMENTO

Emmaus, il Movimento internazionale fondato dall’Abbé Pierre, ha avuto inizio nel novembre del 1949, a Parigi, dall’incontro dell’Abbé Pierre, prete-deputato e Georges, un assassino, mancato suicida.
Per capire Emmaus e la sua storia è fondamentale rifarsi a questo incontro ed alla proposta fatta dall’Abbé Pierre ad un uomo disperato: “Georges, io non ho nulla da darti, ma tu, prima di ritentare di suicidarti, non potresti venirmi ad aiutare a costruire case per i senza tetto di Parigi?”
Di fronte a questa proposta così provocatoria, – racconta l’Abbé – “il volto di Georges cambiò. Capì che , nonostante tutto, poteva ancora essere utile a qualcuno”…e Georges accettò.
In quel momento, nacque la prima comunità Emmaus.
Oggi, il Movimento Emmaus raggruppa più di 300 gruppi e comunità sparsi in circa 40 Paesi del mondo.
La sede di Emmaus Internazionale si trova a Montreuil Cedex alla periferia di Parigi. Sul piano organizzativo, Emmaus Internazionale è strutturato in Regioni: America, Africa, Asia, Europa.
L’Assemblea generale dei Gruppi Emmaus si svolge ogni 4 anni. Ogni anno si riunisce la Commissione Amministrativa, composta dai 7 membri del Comitato Esecutivo e dai rappresentanti regionali eletti dai gruppi delle rispettive Regioni.
Emmaus Italia è l’associazione ONLUS che riunisce i 16 gruppi Emmaus presenti in Italia.· Il Movimento Emmaus, per procurarsi le risorse umane ed economiche necessarie per ‘vivere’, dipende dalle proprie forze. Emmaus è impegnato nella lotta per lo sradicamento della miseria e per la realizzazione, in pienezza, della dignità della Persona umana.
· Nel Movimento Emmaus, l’autorità suprema viene dai Gruppi di base e quindi dalla Assemblea Generale che decide gli orientamenti necessari perché la vita del Movimento possa essere gestita a livello locale, nazionale, regionale ed internazionale.
· Emmaus è un Movimento nonviolento, quindi non complice della violenza e rispettoso del pluralismo.
· Ogni Comunità e Gruppo Emmaus deve essere libero ed indipendente da ogni movimento ed istituzione politica, amministrativa e religiosa.

Originalità del Movimento

L’originalità di Emmaus sta nell’incontro di Uomini e Donne di diverse estrazioni e provenienti da situazioni diverse che prendono coscienza delle ingiustizie sociali esistenti ovunque, e si uniscono per lavorare insieme, condividendo obiettivi comuni nella lotta contro ogni genere di ingiustizia e facendo in modo che i poveri siano costruttori del loro proprio avvenire. Le caratteristiche di questo ‘incontro’, sono:
· Essere una comunità di spirito, di vita, di lavoro, di solidarietà;
· Essere aperti all’accoglienza di gruppi e persone in situazione di precarietà e di esclusione, nonché a persone che vogliono sperimentare ‘stili di vita’ alternativi;
· Avere un lavoro che procuri le risorse necessarie alla vita del Gruppo ed alla solidarietà esterna;
· Condividere ogni forma di esperienze, risorse e competenze, nonché i rischi legati alla lotta per la giustizia;
· Impegnarsi socialmente e politicamente, nei fatti, allo scopo di denunciare ogni tipo di ingiustizia e di oppressione, lottando ed agendo per un mondo giusto ed umano.

Diritti e Doveri delle Comunità e Gruppi

Diritti
· Portare il nome ‘Emmaus’

· Partecipare, a tutti i livelli, alla vita del Movimento: informazione, prese di posizione, iniziative, apporto di idee e presa di decisioni.
· Chiedere ed avere la solidarietà del Movimento (solidarietà umana, morale, materiale e finanziaria)Partecipare alla solidarietà comune del Movimento a livello locale, nazionale, regionale ed internazionale con risorse umane, materiali e finanziarie, secondo le proprie possibilità, e sviluppare azioni sociali;
· Essere ‘alla pari’, nel rispetto delle culture e delle differenze.

Doveri
· Aderire al Manifesto Universale e salvaguardare il ‘nome’ Emmaus
· Partecipare alla vita del Movimento a livello nazionale, regionale, internazionale; pagare la quota di adesione; operare con ‘trasparenza’, in particolare sul piano finanziario, secondo le norme stabilite da Emmaus Internazionale;
· Partecipare alla solidarietà comune del Movimento a livello locale, nazionale, regionale ed internazionale con risorse umane, materiali e finanziarie, secondo le proprie possibilità, e sviluppare azioni sociali; · Applicare le decisioni delle Assemblee Mondiali e della Commissione Amministrativa messe in atto dal Comitato Esecutivo, e rispettare le decisioni delle altre Regioni.
· Favorire il diritto di ogni Comunitario e Volontario a partecipare, nel proprio Gruppo, all’informazione, alle prese di posizione e di iniziative, con l’apporto delle proprie idee e della propria decisione.

Criteri d’adesione e d’accettazione

· Adesione al Manifesto Universale, agli Statuti di Emmaus Internazionale ed a quelli della propria Regione, nonché l’applicazione degli orientamenti e degli impegni assunti dalla Assemblea Generale;
· Rispetto della vita associativa e partecipativa del Gruppo, nello spirito di ‘incontro’, punto di origine di Emmaus;
· Impegno a partecipare e sviluppare azioni di solidarietà umana, morale, materiale e finanziaria, all’interno ed all’esterno del proprio Gruppo;
· Ogni Gruppo deve dare prova di trasparenza, specialmente sul piano finanziario, ed essere attivo all’interno del Movimento, ed anche all’esterno;
· Ogni Gruppo, in una prospettiva di autosufficienza ed indipendenza, deve vivere del proprio lavoro. L’attività economica del Gruppo deve sviluppare la dignità e le capacità delle persone. Ogni aiuto economico od offerta non può essere utilizzato che per investimenti necessari al consolidamento ed allo sviluppo del Gruppo, al fine di potenziare la sua solidarietà. Non può, pertanto, essere usata per le spese di gestione e di mantenimento del Gruppo. I finanziamenti esterni, sia pubblici che privati, devono provenire da una contrattazione ed accordo tra le parti, per attività sociali di promozione umana finalizzate a determinati obiettivi ben precisi e verificabili.